Forse era meglio sotto copertura

fotoblog

Nell’ultimo mese ho scoperto un sacco di blog fighi. Un sacco di blog di persone a caso che scrivono cose a caso con maestria ed arroganza. Sto parlando di quel tipo di blogger sagaci e dalla penna (o tastiera) assolutamente formidabile che parlano della loro vita e delle loro esperienze in modo completamente aperto e disinibito. Sono i blogger anonimi. Quelli che hanno avuto la saggia idea di non rivelare la loro identità e di non sbandierare ai quattro venti di avere un blog e di scriverci i propri (spesso inutili e casuali ) pensieri, esattamente come ho fatto io. Brava me. Ottima mossa.

Non che tutti siano poi veramente riusciti a non far sapere chi sono, dato che bastano delle doti mediocri da stalker dei social (si sto facendo la modesta), per ottenere qualche informazioncina utile. In ogni caso hanno il grande vantaggio di avere carta o schermo bianchi per poter dire esattamente quello che gli passa per la testa nel momento stesso in cui gli passa. Possono fare anche i fighi molto meglio di me, dato che qualunque esagerazione o invenzione descritta nel blog come realtà, lo diventa automaticamente, dato che nessuno può di fatto smentirli. Insomma è una bella vita. Ti crei un io diverso, racconti quello che vuoi, puoi usare il doppio del sarcasmo (per il quale intendiamoci ci vuole pur sempre una certa predisposizione, non è arte da tutti),e pertanto risulti più interessante e divertente.

Io ho una bimba, sono mamma, studio, racconto molti sentimentalismi con poco pepe. Una noia.

Avrei potuto essere un’esperta di bondage, una viaggiatrice che spende soldi arrivati chissà da dove in giro per il mondo, una top model disinibita. E invece ho raccontato la verità. Da domani forse aprirò un altro blog, sulle avventure incredibili e mirabolanti di una ragazza libera ed emancipata. Si ma niente moda…i fashion blogger sono meno interessanti dell’insalata scondita (opinione personalissima). Il sesso sì, quello da sempre quel tocco un po’ moderno e libertino che piace molto online. Stanotte ci penso.

E se anche dovessi decidere di farlo davvero non lo sapreste mai. Ciaone.

Annunci

8 pensieri su “Forse era meglio sotto copertura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...