Noi ci prendiamo a spinte

Noi non funzioniamo in modo normale.
Noi ci prendiamo a spinte.
Premiamo le mani l’uno contro il petto dell’altro e spingiamo con forza.
Ma in quel momento esatto in cui cerchiamo il punto su cui fare leva, in cui ci tocchiamo, siamo vicini, in tregua, e guardandoci negli occhi ci baciamo avidamente.
Poi ci spintoniamo di nuovo e torniamo ad essere lontani.
Continuiamo a guardarci ma siamo distanti, ci vediamo piccoli piccoli,non scorgiamo i particolari, non riusciamo a capirci.
E allora, stringendo gli occhi per metterci a fuoco,
ci muoviamo l’uno verso l’altro cercando la strada, tornando indietro ad ogni vicolo cieco.
Alle volte senza fretta, alle volte correndo.
Alle volte per ritrovarci impieghiamo minuti, altre giorni, a seconda di quanto è stata forte la spinta iniziale.
Come se avessimo il gomitolo di Arianna: alla fine torniamo sempre vicini.
E stiamo lì, l’uno di fronte all’altro a baciarci, a studiarci, a capirci.
Poi in quel groviglio di anime divertite scorgiamo qualcosa che non va, un nodo che rompe l’armonia dell’intreccio e allora, furenti, ricominciamo da capo.
Vicini, lontani. Arrabbiati, innamorati. Felici, disperati. Soddisfatti, incompleti.

Per ora abbiamo ancora il gomitolo.
Per ora ci ritroviamo sempre.

E stiamo lì. A riprendere fiato. A baciarci.

 

 

 

 

Greta

Annunci

6 pensieri su “Noi ci prendiamo a spinte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...