Guarda gli occhi, guarda la verità

 

Il dolore rimane, segna indelebilmente, scava nel profondo.

“Va tutto bene” è una bugia, una fragile maschera, dal momento che gli occhi dicono il contrario. E guardando quegli occhi, sfuggenti e pieni di vergogna per quei granellini di fierezza che si lasciano sfuggire ad ogni battito pesante di ciglia, poiché consapevoli di star tradendo la voce, attrice provetta in un mondo ormai teatrale, ci si sente a disagio, ladri di una verità che non ci appartiene e che in qualche modo, involontariamente, recepiamo.

Sono sempre gli occhi a disertare, ad essere incapaci di ostentare la stessa sprezzante sicurezza delle labbra. E magari mentre tutto in noi è complice di quelle orgogliose parole di schermo, mentre la spalla si alza un po’ in segno di noncuranza, i denti bianchi si scoprono in un perfetto sorriso determinato: un sorriso, però, incompleto, che si ferma a metà, privato della luminosità degli occhi che continuano loro malgrado a comunicare la sconfitta.

Sono sempre loro che sbugiardano, sempre loro che potrebbero rivelare a chi ci sta davanti quello che noi, invece, vorremmo gelosamente tenere nascosto.

Ma la nostra sofferenza può rimanere segreta, quel lampo di inquietudine può sfuggire il più delle volte, semplicemente perché la gente non guarda gli occhi. Si guarda l’orologio, si guarda la televisione, si guarda spesso per aria. Ma in un mondo in cui con un click ci si può parlare senza vedersi, non si fa più caso alla comunicazione non verbale, ai piccoli gesti, alle piccole emozioni non palesate,  ma che ci sfuggono così frequentemente tra le dita. Chi ti ama, chi ti sta vicino, o chi ti conosce almeno un po’ dovrebbe saper vedere, dovrebbe riuscire a captare la verità che tu non vuoi dire. Un occhio attento, o meglio sensibile, sa cogliere quello che l’orgoglio cerca affannosamente di murare vivo. Osservate i gesti. Guardate gli occhi. Sono loro quelli che più svelano delle persone. Perché gli occhi non mentono, ma se nessuno guarda, va sprecata nel nulla un’occasione. Io ho guardato, e quella tristezza mi è piombata addosso senza preavviso e senza intenzione.

 

 

Greta

Annunci

23 pensieri su “Guarda gli occhi, guarda la verità

  1. Niko ha detto:

    Sì! Non posso che essere d’accordo con Te. L’occhio “triste” si vede, eccome. Solo che se una persona preferisce nascondere la propria malinconia, va rispettata; anche se sappiamo benissimo che non è contenta. Un abbraccio

  2. angisel18 ha detto:

    Sono incredibilmente d’accordo con le tue parole, Greta. Davvero, come se fossero uno specchio. Nessuno ti guarda negli occhi, nessuno ha più il coraggio di guardare dove sta la verità.

  3. cacciatricedisogni ha detto:

    A volte si vuole nascondere il proprio dolore,
    a volte invece quello sguardo – a dispetto della “maschera –
    vuole lanciare un grido d’aiuto a chi sa vedere oltre le apparenze.
    Come sempre Greta, mi vedi d’accordo.

    Ti abbraccio, Lori.

  4. Orso Chiacchierone ha detto:

    Mai provato a guardarti negli occhi allo specchio?
    Non resisti molto, distogli lo sguardo, perché hai paura di vedere davvero dentro di te.
    Io guardo negli occhi, eppure non lo faccio spesso, probabilmente perché a volte ti rendi conto di cose che non vorresti sapere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...