Illogiche giustificazioni vs logici dubbi.

 

 

 

 

Vi ho già parlato di quanto giudichi talvolta inopportuna la pretesa degli uomini di presentarsi come “sesso forte”. Ma c’è un’altra cosa che mi lascia alquanto perplessa riguardo al mondo maschile e alla società ancora massicciamente maschilista.

Arriva per ogni ragazza lo sconfortante momento in cui capisce, o le viene fatto capire, che non potrà mai essere considerata al pari dell’uomo né in ambito psicologico né in quello sessuale, dal momento che disgraziatamente non possiede il famigerato testosterone. Questo mirabolante ormone pare sia una sostanza molto invadente e inopportuna che manda l’uomo in totale fibrillazione e lo renda incapace di intendere e di volere e, a volte, di comportarsi decorosamente. Detto in poche parole sto parlando della storiella trita e ritrita secondo la quale, purtroppo, l’uomo con molte donne è un uomo che ci sa fare, altresì chiamato “Ganzo”, mentre una donna che esce con più uomini è una facile e superficiale, altresì chiamata….vabbè meglio glissare sulla terminologia, lascio alla vostra fantasia il compito di scegliere l’elegante epiteto che più vi aggrada. Intendiamoci, non sono di certo il tipo di ragazza sessualmente libera e volubile sopra citata, né mi piacciono coloro che si concedono a chiunque, ma sia uomini che donne, senza alcuna distinzione. Invece, secondo molti, l’uomo è naturalmente portato e predisposto per “volare di fiore in fiore”, in quanto Madre Natura lo ha creato apposta in modo che possa essere sempre fertile e sempre predisposto all’accoppiamento.

Ammettiamo anche solo un momento che sia così (capiamoci, facciamo solo finta) e diciamo, dunque, che l’uomo e la donna siano così fondamentalmente diversi per natura ed istinto, perlomeno per quanto riguarda le modalità con cui questi due elementi si presentano nell’uno e nell’altro sesso, non per quanto ne riguarda l’intensità. Chi infatti vorrebbe venirmi a dire che la sessualità della donna è meno forte o intensa di quella dell’uomo? Chi ancora ritiene che le donne pensino meno al sesso degli uomini? Ma torniamo al punto di prima; se dunque ammettiamo che in larga misura i due sessi siano così differenti nei rispettivi impulsi, bisogna pur pensare che nessuno dei due potrà mai provare, e di conseguenza sapere, quali siano le pulsioni dell’altro, appunto perché non si può conoscere qualcosa di cui non si è avuta esperienza. Dunque, a rigor di logica, in che modo gli uomini potrebbero assumere a giustificazione di qualche marachella questo loro prepotente processo psicologico e fisico davanti ad una donna a tutto ciò completamente estranea in quanto ignorante (nel senso specifico del termine)? Prima cercano di spiegare e poi ci dicono che non possiamo capire….ha qualche senso??? Non usate mai davanti ad una donna, che sia la vostra consorte o la vostra fidanzata o una vostra semplice amica, la scusa di essere stati guidati nelle vostre azioni dal testosterone perché lei, come è giusto che sia, vi potrebbe prendere molto poco sul serio o, a seconda del coinvolgimento emotivo, addirittura a male parole. Se non possiamo comprendere significa che per forza per noi non può essere una scusante ma, anzi, un’ulteriore aggravante; siete o non siete stati dotati anche voi del lume della ragione, in fin dei conti? E se noi riusciamo a dominare i nostri istinti primordiali, perché SI ne abbiamo anche noi, con una certa sicurezza, non sarebbe logico che non lo faceste anche voi. Dunque questa storiella, inventata e perpetuata in un mondo maschilista per secoli poiché comoda per andarsene in giro a sfarfallare, la trovo non solo un po’ infantile e arrangiata, ma pure logicamente sconveniente.

 

 

 

Greta

Annunci

29 pensieri su “Illogiche giustificazioni vs logici dubbi.

  1. strangethelost ha detto:

    Complimenti un bellissimo post !
    Sono d’accordo con te: Il Testosterone non è affatto una scusante perchè in fin dei conti chi comanda è sempre il cervello! Poi se certi uomini il cervello lo tengono nel cavallo dei pantaloni è tutta un’altra storia!
    Noi donne capiamo benissimo che un uomo che cede è perchè non ha volontà a sufficienza e non capiamo come direbbero loro, per il motivo che le tentazioni o provocazioni che dir si voglia le abbiamo anche noi e sappiamo dir di no anche se si vorrebbe dire si!
    Non siamo tutte come la Sara Tommasi che ammette che le viene facile aprire le gambe appena riceve un complimento!
    Hai voglia se avessi dovuto aprire le gambe per ogni complimento ricevuto
    durante la mia vita.
    Mi piace come scrivi,verrò a trovarti spesso! Ciao.Liù

  2. andreacaovini ha detto:

    Ragazze care, come non darvi ragione! Ma per acclarato durante le mie vane riflessioni e confronti sono giunto ad una sorta di conclusione scientifica, intendiamoci, non di giustificazione!
    L’uomo “animale sociale” dovrebbe fare esattamente come fate voi, trattenersi, scegliere, avere una morale, o almeno perdonare il pari comportamento di alcune donne! Il maschio animale e basta invece, come in tutte le altre razze viventi, ragiona e si comporta diversamente. Ci manca un passo evolutivo, che per convenienza non abbiamo voluto fare. Il maschilismo (che purtroppo partiva dalle donne stesse, e dico partiva perché spero che le cose stiano cambiando) ci ha aiutato, la sottomissione economica della donna nei secoli passati anche. Ma credo che i bei tempi per noi siano finiti, la vostra meritata e sudata indipendenza sta spostando gli equilibri. Un saluto!

    (http://andreacaovini.wordpress.com/2011/11/17/istinti-di-conversazione/ questo è un capitolo del mio primo libro che parla circa di questo argomento, se dovesse piacervi vi regalo il resto)

    • gretapiccininni ha detto:

      si ma vedi…dipende da che tipo di maschilismo….quello lavorativo e di segregazione occupazionale lo abbiamo accettato per molto tempo…ma non penso che le donne, dalle contadine alle contesse di un tempo, fossero poi tanto felici delle relazioni extraconiugali dei mariti, ma a causa della struttura della famiglia e dei sistemi di valori di allora non avevano molta scelta e dovevano ingoiare molti rospi. Noi lo abbiamo fatto il passo evolutivo che ci ha portate all’indipendenza e all’emancipazione (più o meno). Gli uomini sono invece rimasti, almeno alcuni, non voglio generalizzare, schiavi del testosterone che per anni li ha giustificati. Peccato che non si siano accorti che essendo le Donne cambiate, e in meglio, vanno da poche parti comportandosi così, o almeno, rinunciano alle Donne, quelle con la D maiuscola.

      • andreacaovini ha detto:

        Il maschilismo che è colpa delle donne è un’altra cosa, ovvio che se per mangiare si dovevano sollevare quintali l’uomo secoli fa avesse la meglio, ma quando alla fine degli anni 90 si andava a votare e si poteva mettere una preferenza nominativa le donne non si votavano neanche da sole, avrebbero riempito il parlamento, sono di più. Fino a 15 anni fa le donne non si fidavano delle donne (per questo forse questa tendenza diffusa al perdono, poca fiducia in loro stesse). E questo si è riflesso su tutto, fino agli stili di vita, sesso compreso. Le cose stanno cambiando, e forse è addirittura per questo che gli uomini hanno fatto in modo di non votare più nomi e cognomi e si sono inventati le quote rosa… Ora sta alla tua generazione, e in generale alle donne che hanno capito che senza un uomo si vive in ogni caso (mia madre non lo sa per esempio), il mio appoggio è assicurato!

      • gretapiccininni ha detto:

        Non so se fosse perchè le donne non si fidavano delle donne, oppure perchè la scelta fra le donne candidate era così esigua che per forza di cose e per onestà intellettuale si votava il più bravo o quello che ti rappresentava di più, senza distinzione di sesso. Ora che le donne, anche se in poca parte, hanno aumentato la partecipazione ad elezioni, politica, dibattiti e carriere socialmente rilevanti, abbiamo la possibilità di votarci veramente. Anche io voto uomini solitamente, ma semplicemente perchè la maggior parte delle donne sono ridicole e senza vergogna, se così vogliamo dire, messe in parlamento sempre dagli stessi uomini detti sopra.
        In ogni modo le quote rosa mi fanno molto ridere, non siamo una strana specie di animale protetto del wwf, se una donna è brava dovrebbe finire in parlamento, non deve essere votata perchè ce ne devono essere per forza un tot, altrimenti poi si finisce che quelle due donne messe in croce lasciano molto a desiderare. Anche le quote rosa sono una sottile forma di maschilismo.

  3. The Emerald Forest ha detto:

    Ciao Greta, come va?
    Secondo me la questione è molto più semplice di quello che sembra. Gli uomini subiscono molto meno lavaggio del cervello per tante cose rispetto alle donne: dato che non vengono considerati “puttani”, anzi, con più donne riescono ad avere rapporti più sono considerati in atlo, allora assecondano tranquillamente i loro naturali istinti, ma non perché sono stronzi o perché sono malati di sesso: semplicemente la nostra cultura gli infligge meno inibizioni fin da piccoli. Per le ragazze invece è tutta un’altra storia: fin da piccole gli si insegna di trattare il loro corpo come una proprietà immobiliare da dare solo al miglior offerente, insomma a trattare il proprio corpo come merce di vendita e non parlo solo di veline e escort: parlo proprio di tutte tutte coloro che traggono qualsiasi voglia vantaggio dal fare sesso e che la danno o meno in base ai regali che ricevono o alle cene che vengono pagate… E’ anche colpa delle donne, che, intrappolate nel sistema-ragnatela, alimentano ulteriormente tutto ciò con le invidie, competizione e il terrore di non essere le uniche al mondo, il terrore che i compagni possono provare attrazione anche verso altre ragazze… ma in realtà dovrebbero capire che è buon per loro se c’è un pizzico di sana attrazione verso le ragazze belle, altrimenti è il ragazzo in questione che ha qualche brutto problema!! 😉
    Poi dipende da caso a caso, ci sono anche tipi a cui piacciono tutte, in particolare quelle canoniche che piacciono a tutti, ma in realtà non gliene piace nessuna…. provano solo piacere narcisistico su loro stessi
    Un saluto!

  4. in fondo al cuore ha detto:

    Grazie della visita e dell’iscrizione che ho ricambiato con piacere, riguardo al post la penso come te al riguardo….le differenze esistono solo come giustificazione. Buon pomeriggio.

  5. Coso ha detto:

    Mannò, mannò… Non è colpa dell’uomo. E nemmeno della società fallocratica e fallocentrica.
    È colpa della genetica.

    Uomo: per far sì che il proprio patrimonio genetico sia tramandato cercano di fecondare più donne possibili

    (La scena si svolge più o meno così: Tizio X punta la preda, la preda si dimostra disponibile e Tizio X pensa “Uh, stasera si scopa”).

    Donna: Mentre gli uomini (per il famoso detto in tempo di carestia [e non solo] ogni buco è galleria) si scoperebbero più o meno qualunque donna in vita e dotata di un’età accettabile per i loro standard, le donne sono molto più…Esigenti? Cercano nel compagno caratteristiche che diano stabilità alla famiglia, i migliori geni trasmissibili alla prole, il più fedele possibile.

    Insomma, mentre gli uomini sono dei puttani per natura, le donne (in teoria) dovrebbero vagliare meglio i partner.

    Cosa c’entra questo col tuo post? Non sono del tutto sicuro di saperlo.

    Oh, sì, ci sono! Non si tratta né di natura, né di istinto ma di genetica e trasmissione dei geni alla prole.

    (INB4 non hai letto l’articolo e hai detto ciò che per NESSUN motivo un uomo dovrebbe dire).

    P.S.: Sfatiamo il mito che gli uomini ragionino con l’uccello. Gli uomini, anche quando tradiscono, sanno benissimo cosa fanno…Semplicemente non gliene importa nulla. Perché limitarsi ad un piede in una scarpa, quando puoi metterlo in tre o quattro PAIA di scarpe?

    /Badate bene che non condivido (non del tutto) il ragionamento che fa l’uomo.

    • gretapiccininni ha detto:

      Sono d’accordo con te: non gline frega nulla… Basta che poi non sprechino lacrime di coccodrillo.
      La genetica è una cosa, ma ad un certo punto dovrebbe entrare in gioco qualcosa che si chiama ‘ragione’. O morale o quello che vuoi…

      • Coso ha detto:

        Oh, sì…Una piccola fastidiosa vocina (la mia coscienza) mi ricorda che esista la morale…Il problema della morale è che viene sbandierata ai quattro venti (come paravento) ma alla fine nessuno la segue. È come avere i cerchioni della macchina cromati…Un bellissimo optional, ma inutile.
        E la ragione…La ragione, la razionalità di fronte ad una donna che ti si offre direi che vanno a donnine allegre. L’uomo sa che è sbagliato, ma comunque lo fa. Non pensa alle conseguenze (e anche se lo facesse, temo non cambierebbe nulla), agisce e basta.

      • gretapiccininni ha detto:

        Bello si, davvero un’alta considerazione del genere maschile, ma siccome non sono tutti così allora la morale c’entra eccome…. E chi lo ha detto che nessuno la segue?? È sbagliato dire che son tutti buoni e bravi, ma lo è anche dire che son Tutti mascalzoni e farfalloni. E ci sono Anche donne meno esigenti che non per questo si concedono a tutti. Perché? Perché siam ganze? No perché senno siamo giudicate nel peggiore dei modi, cosa che per gli uomini non accade.

  6. Coso ha detto:

    Qui si parla di tutto il genere maschile o dell’uomo che tradisce? Mi pare si parli dell’uomo che tradisce. Applica il mio discorso all’uomo che tradisce.

    Morale: è stupido dire “o sono tutti santi o sono tutti mascalzoni”. Tra l’altro, per i propri comodi, per ottenere vantaggi, per raggiungere i propri scopi, spesso e volentieri la morale comune viene aggirata. Insomma, la si segue fino a quando fa comodo o fino a quando un individuo non la sconvolga del tutto. Discorso sbagliato? No, puramente utilitaristico.

    Questione giudizio donne: quando la smetterete di puntare il dito contro la società “maschilista, fallocratica, fallocentrica ed ingiusta”, forse vi renderete conto che le prime a far una pubblicità negativa alla donna siete proprio voi. Mi spiego meglio: a me è sempre sembrato che fosse la donna sia quella che, prima ancora dell’uomo, etichetti come troia un’altra donna. Colpa della società? Nel XXI secolo? Nello stesso pianeta in cui una delle persone più potenti del pianeta è donna? Nello stesso continente dove uno dei più ricchi e potenti paesi mondiali è guidato da una donna?

    Suvvia.

    Noi maschi marciamo molto sui vecchi pregiudizi che danno “Uomo che scopa tante donne = figo della madonna” “Donna che scopa tanti uomini = troia”, mentre voi donne non riuscite ad uscirne e anzi, spesso e volentieri, siete la causa dei vostri stessi mali…

    Insomma, voi siete un po’ come il serpente che si morde la coda: vi lamentate, ma non fate nulla di concreto oltre a questo.

    Ovviamente potrei anche sbagliarmi, lungi da me essere onnisciente, epperò basta lamentarsi, agite per l’amor degli dei.

    • gretapiccininni ha detto:

      Vedi io non sto dicendo che una donna che a con tanti uomini non è una poco di buono, sto dicendo che lo è anche l’uomo, e ti sembra un discorso maschilista???? Forse non hai sputo bene il Senso del Post allora….e anche dire che il maschilismo è colpa delle donne è proprio comodo…. Guarda caso è una tesi sostenuta solo da uomini, il che te la dice lunga. Fa parte della solita storiella, non solo siamo discriminate in alcuno ambiti, ma siamo pure noi che lp vogliamo???! È ridicolo.

      • Coso ha detto:

        No. È evidente che tu non abbia capito.

        Oltre al maschilismo, se ci si aggiunge la non propria lusinghiera opinione che voi donne avete di altre donne, il quadro è ancora più critico.

        Prima ancora di aspettarvi che siano i maschi a riconoscervi in quanto “donne libere di disporre del loro corpo come più preferiscono senza essere etichettate come troie”, dovreste esser voi a farlo. Prima troverete una compattezza di genere e una volta unite vedrete che anche gli uomini si adegueranno al vostro mutato spirito, perché ad avere “il potere” alla fin fine, siete voi donne, eh.

        Solo, non sapete ancora come usarlo.

      • gretapiccininni ha detto:

        Ahahahah questo lo dici tu. Io sto sostenendo che un comportamento sessuale totalmente libero è sbagliato per entrambi i sessi…. Quindi se una donna è Troia lo è anche l’uomo che si comporta allo stesso modo e lo giudico identicamente amorale. Non c’entra nulla la compattezza di genere, non sono io che sto facendo differenze, io ti sto dicendo proprio il contrario, che non bisogna farle!

      • Coso ha detto:

        Quindi io non sarei libero di portarmi a letto tutte le donne che voglio? LOLCOSA?
        A patto che io sia singolo, non vedo perché non dovrei cambiar una ragazza a sera…
        Mi sembra una visione delle cose davvero arcaica, la tua.
        Ma una cosa è certa: siamo d’accordo sull’essere del tutto in disaccordo.

      • gretapiccininni ha detto:

        Tu sei liberissimo di andare a letto con tutte le donne che vuoi, due, tre, quattro al giorno…,. A me non piace, non è un comportamento che adotterei nè vorrei mai un uomo che se le è girate tutte, poi ognuno è libero di pensarla come vuole! Non arriveremo mai ad una conclusione.

  7. The Emerald Forest ha detto:

    La genetica è una paraculata, secondo me. Vedi se una donna della amazzoni si fa problemi: è chiaro che sceglie i partner che le aggradano, ma non mi pare che le donne di oggi scelgano in base a quello, quindi non ha proprio senso secondo me parlare della donna meno sessualizzata per natura: è una cazzata. Semplicemente si sente più in colpa a causa della nostra cultura malata e sessuofoba che si concentra tutta sul lato femminile con l’obiettivo di disperdere il meno possibile un teorico capitale entro più figli di dubbio padre. Tutto a quello serve. Bisogna guardare ai perché delle cose, dato che di naturale oramai abbiamo davvero poco o nulla…

    • gretapiccininni ha detto:

      Si ma quello che vorrei sottolineare ( dandoti ragione eh) è che la riproduzione non è stata nemmeno presa in considerazione in questo post, io parlo del sesso per piacere, fine a se stesso, capito Coso?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...